Fisiolab Istituto Fisioterapico Prato

Fisiolab ti rigenera…in ogni modo, in ogni momento

Come viene spiegato nella sessione Fisioterapia, la Riabilitazione è uno dei tanti tasselli che la compongono.
La Riabilitazione è fatta di manipolazioni, ginnastiche attive e passive che vengono eseguite e fatte eseguire al fine di recuperare una parte del corpo debilitata.
I metodi applicati sono vari a seconda del tipo di deficit, così come del tipo di persona, la sua età, le sue capacità motorie standard, la sua storia. Anche il tipo di supporto ed esortazione sono personalizzati, perché ogni persona è diversa dall'altra. A nostro favore un fattore di estrema importanza, raramente messo in pratica: il rapporto 1 a 1, cioè 1 fisioterapista per 1 paziente. Questo permette una conoscenza adeguata della persona e del suo caso, permette di stabilire un rapporto di fiducia totale e di ottenere risultati migliori e più rapidi.

Tra le varie ginnastiche riabilitative applicate in Fisiolab le nostre fisioterapiste sono specializzate anche in McKenzie e Maitland.

Ognuno dei nostri fisioterapisti è specializzato in traumi e patologie specifiche, così come nell'approccio nei confronti della clientela anche in base all'età e alle esigenze. Questo ci permette di avere sempre la risposta giusta per ogni situazione.

Metodo McKenzie

Robin McKenzie, nato in Nuova Zelanda nel 1931, è un fisioterapista che dedica la sua intera vita professionale allo studio ed alla terapia dei disturbi meccanici vertebrali. Il suo metodo è ampiamente riconosciuto ed utilizzato per valutare e curare i disturbi della colonna vertebrale (cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, lombosciatalgia, lombicruralgia).
Lo scopo è di eliminare il dolore, ristabilire la piena funzionalità, prevenire le recidive e l'aggravamento del disturbo. Durante il trattamento è necessario responsabilizzare il paziente al proprio recupero tramite una piena conoscenza delle forze autogenerate. Le procedure di esplorazione del paziente su se stesso favoriscono un recupero più rapido. In tal modo si sviluppa un programma a lungo termine specifico, ma semplice. Pertanto non otteniamo un sollievo momentaneo dell'episodio, ma un beneficio continuo.

Metodo Maitland

Geoffrey Douglas Maitland nasce ad Adelaide, Australia, nel 1924. Nel 1962 consegna alla Società Australiana di Fisioterapia uno studio intitolato "I Problemi legati all'Insegnamento della Manipolazione Vertebrale", nel quale enuncia una chiara differenza tra mobilizzazione e manipolazione e diviene strenuo difensore del movimento passivo delicato, usato nel trattamento del dolore, in aggiunta alle tecniche più energiche usate per incrementare l'ampiezza del movimento.
Il Concetto Maitland di Fisioterapia Manipolativa, come è ora conosciuto, pone l'accento su di uno specifico modo di pensare, su una continua valutazione, sull'arte della fisioterapia manipolativa: sapere quando, come e quale tecnica usare, adattarle individualmente a ciascun paziente e sulla totale dedizione allo stesso.